Il Piano di Ristrutturazione approvato nel luglio 2017 punta ad un ritorno della Banca ad un adeguato livello di redditività, con un ROE (Return On Equity) superiore al 10% nel 2021.

Il Piano poggia sui seguenti 4 pilastri:

  1. piena valorizzazione della clientela retail e small business grazie ad un nuovo modello di business semplificato e altamente digitalizzato;
  2. nuovo modello operativo, con un focus continuo sull'efficienza, che porterà ad un target di cost/income ratio inferiore al 51% nel 2021 e ad una riallocazione alle attività commerciali delle risorse impegnate in attività amministrative;
  3. gestione del rischio di credito radicalmente migliorata, con una nuova struttura organizzativa del Chief Lending Officer (“CLO”), che consentirà di rafforzare i processi di early detection della Banca e migliorare il tasso di cura, e che porterà un costo del rischio inferiore a 60 bps e un NPE ratio lordo inferiore al 13% nel 2021;
  4. posizione patrimoniale e di liquidità rafforzata, con obiettivi al 2021 che includono un CET1 superiore al 14%, un Loan to Deposit Ratio pari al 150%, con al tempo stesso una significativa diminuzione del costo del funding.

 

Il Piano di Ristrutturazione ha previsto la dismissione della pressochè totalità del portafoglio di sofferenze al 31 dicembre 2016, pari 28,6 miliardi di euro lordi.

azionariato MPS

 

(*) Quota detenuta per il tramite di società controllate.

(**) Azioni proprie detenute dal Gruppo MPS all’esito degli interventi di rafforzamento patrimoniale ai sensi del D.L. n. 237/2016 (come successivamente modificato e convertito in legge) e dei D.M. del 27/07/2017.